La banca offshore per il suo alto livello di originalità finanziaria, dà l’opportunità ad una persona media di aprire un conto bancario offshore in poche mosse. (Per la relativa lettura, potete guardare anche Pro e contro degli investimenti offshore.)

TUTORIAL: Come amministrare il credito e il debito

Ciascuna banca offshore con la giurisdizione straniera ha le sue richieste, quindi dovrai fare delle indagini per trovare quella che può fare al caso tuo ed alla tua situazione. Ecco una panoramica di tutti i dati che le bancari offshore chiedono nel momento che si vuole aprire un conto banca offshore Isole Cayman, in Svizzera, oppure alle Isole del Canale.

I requisiti di base

I primi documenti da presentare per l’apertura di un conto bancario offshore sono uguali all’apertura di un conto bancario nel tuo paese d’origine. Le banche offshore chiederanno i tuoi dati personali come il tuo nome, indirizzo, cittadinanza, data di nascita e occupazione. Per far controllare i tuoi dati personali potrai esibire la copia del passaporto, della patente oppure di altri attestasti identificativi dati da un’agenzia governativa. Oltre a ciò, le banche sono interessate nel controllare il tuo domicilio o indirizzo fisico in quanto la persona può avere problemi fiscali. Questo complicazione la puoi risolvere esibendo una fattura di validità o attestati simili.

Per tutta la documentazione dei vari documenti di identificazione che si possono presentare alle banche offshore vi è bisogno di un’ulteriore garanzia che garantisce la realtà della documentazione. In certi casi basta una copia autenticata di alcuni documenti. Altre banche offshore prediligono un timbro “apostille”, questo è un marchio particolare di certificazione usato in ambito internazionale. Per averlo dovrai andare all’ufficio governativo autorizzato ad immettere questo timbro per la tua nazione o stato.

Attestati di verifica supplementari

Nelle banche offshore vi sono importanti requisiti supplementari per aprire l’account, queste richieste possono fare scoraggiare il futuro cliente.  Ad esempio indagano sul riciclaggio di denaro, le frodi fiscali oppure altre attività disoneste tal volte unite ad operazioni bancarie offshore. Prima di tutto, le banche offshore possono chiedere la documentazione finanziaria di riferimento della vostra banca corrente, specificando il saldo e un “resoconto soddisfacente”. Più comunemente, questo è compiuto dalle comunicazioni bancarie negli ultimi sei-dodici mesi.

Molto spesso le banche offshore domandano la natura delle operazioni. Questo potrebbe darvi fastidio ma i centri bancari offshore cercano in tutti i modi di bloccare le attività illegali. Per questa ragione molte banche offshore desiderano una documentazione aggiuntiva, in questo modo sanno la provenienza dei soldi che stai depositando in banca. Se il tuo denaro proviene da un reddito di posti di lavoro, è sufficiente comprovare il salario del datore di lavoro. Per controllare i redditi da investimenti una banca offshore può chiedere le informazioni sui tuoi investimenti e su dove sono situati.

Se si hanno fondi importanti provenienti da un’operazione immobiliare o commerciale forse è necessario esibire i contratti di vendita o altri documenti relativi. Se stai depositando soldi che provengono da un contratto di assicurazione potrebbe essere indispensabile dare una lettera della tua compagnia di assicurazione. Se le tue fonti arrivano da un’ereditarietà, possono esigere una lettera dell’esecutore della tenuta che conferma tutto ciò.

Preferire una valuta per il tuo conto bancario offshore

A differenza dei conti domestici i conti bancari offshore propongono una caratteristica molto preziosa in quanto offrono la possibilità di tenere i fondi con una valuta differente se la valuta nazionale è vacillante o attesa di deprezzare.

È importante capire le conseguenze di tenere il tuo account in differenti valute. Per esempio, il mantenimento di fondi in certe valute può permettere di ricavare interessi sui tuoi depositi, ma ciò può anche stabilire una passività fiscale estera. Tante volte è necessario cambiare le valute per attuare depositi e prelievi, che potrebbe essere una spesa indicativa a seconda della struttura dei costi e dei tassi di cambio offerti.

Depositi su un conto bancario offshore

I conti bancari offshore sono tante volte finanziati elettronicamente da bonifici internazionali. Sfortunatamente sono pochi i sistemi che permettono spostamenti elettronici gratuiti di denaro a livello internazionale. L’invio di un bonifico bancario è una facile operazione ma quasi tutte le banche attribuiscono le tasse internazionali per mandare o ricevere fondi. Le tariffe per i trasferimenti cambiano da banca a banca, quindi guarda bene le offerte. Purtroppo vi sono poche soluzioni buone. Gli assegni elettronici non sono normalmente accettati nelle giurisdizioni estere.

TUTORIAL: Brokers e Trading Online

Le banche offshore porgono una varietà di forme per prelevare fondi per massimizzare la comodità di adoperare i propri servizi. Molte banche offshore offrono una normale carta di debito / bancomat che ti consente di accedere comodamente ai tuoi fondi in tutto il mondo. Vorresti esaminare le tasse per l’uso di questo metodo dato che le tariffe internazionali di ATM possono essere care. Un prelievo di grandi quantità di denaro in una sola volta può farti ridurre al minimo queste tasse.

Diverse banche offshore offrono la possibilità di ottenere i soldi tramite assegno. Però, questo non è normalmente un metodo preferito per ritirare i fondi. Il motivo è semplice infatti, le banche mirano molto sulla riservatezza dei conti offshore. L’opzione ottima può essere quella di servirsi due account: uno offshore e uno nazionale.

La linea di fondo

Può sembrare impossibile aprire un conto corrente con la banca offshore ma vi posso garantire che non è così in quanto è sufficiente compilare i documenti, dare certi documenti di base di identificazione e comunicare ulteriori informazioni per far verificare che non si intende adoperare l’account per attività vietate.

La preferenza della valuta e l’ottimizzazione dei depositi e dei prelievi sono lievemente più complicati, ma la scelta migliore per queste condizioni dovrebbe diventare più chiara intanto che si studia la situazione bancaria personale. Quando si adoperano conti bancari offshore e si ricevono bonifici internazionali è raccomandabile rivolgersi un professionista fiscale affinché sia ​​adeguato alle normative fiscali in patria e all’estero.

Categorie: Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *